L. stabilità, Delrio: C'è la svolta fiscale. Ue ci dia meno limiti

Roma, 21 dic. (LaPresse) - L'approvazione della legge di stabilità "è stata una corsa ad ostacoli", ma "la struttura principale è la stessa e lo ritengo un buon segno". Così il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Graziano Delrio, intervistato dal Corriere della Sera. "E' stata imboccata la strada giusta", spiega, e "questo Paese svolta in maniera definitiva dal punto di vista della pressione fiscale. È il punto chiave, per come le famiglie e le imprese l'hanno sempre vissuta". Fondamentale, per Delrio, che l'Europa non dia "limitazioni agli investimenti", ma liberi "i cofinanziamenti ai fondi europei e al piano Juncker e che gli investimenti strategici decisi con l'Europa siano esclusi. Ci aspettiamo più flessibilità, non meno".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata