L.stabilità, Boccia (Pd): Crescita dello 0,6% non ci sarà

Roma, 2 nov. (LaPresse) - "La crescita dello 0,6 non ci sarà, nei prossimi giorni sarà sicuramente corretta al ribasso dai principali istituti di statistica, al massimo avremo uno 0,4/0,5. E come ha sempre detto anche Matteo Renzi una crescita che si attesta sul 'più zero virgola' non è crescita". Così Francesco Boccia, presidente della commissione Bilancio della Camera, ai microfoni di Rainews24. "Per questo motivo - aggiunge - il perimetro della legge di stabilità va difeso strenuamente, per consentire al governo di portare a compimento quelle scelte di politica economica che ritiene fondamentali per il rilancio del Paese: 80 euro, decontribuzione per i neo assunti, Irap e altre misure per le aziende, Tfr in busta paga. Tutte misure su cui confrontarsi tra maggioranza e opposizione ma dentro il perimetro dell'impatto macroeconomico delle proposte. Sicuramente per alcune va rivista la base di riferimento e la tassazione (come per gli 80 euro e il Tfr)".

"Da qui - conclude il presidente della commissione Bilancio - la decisione di stralciare alcune norme dalla manovra, nel pieno rispetto della legge di bilancio, proprio per garantire la massima trasparenza e difenderne l'impianto di politica economica".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata