L'audizione di Visco: "Nessuna pressione da Renzi o dalla Boschi"
Il governatore ha parlato di incontri e di alcune domande del premier alle quali non rispse. "Ma nessuno andò oltre la correttezza"

Il temuto attacco a Matteo Renzi non c'è stato. Né tantomeno c'è stato quello a Maria Elena Boschi. Perché l'ex premier "certamente la domanda la fece" su Banca Etruria ma - racconta il governatore di Bankitalia Ignazio Visco durante la sua audizione in commissione di inchiesta sulle banche - "io non risposi". E l'allora ministra incontrò due volte il vicedirettore di palazzo Koch Panetta ma "non fece alcuna pressione".

Nella lunghissima audizione, Visco è chiaro sui rapporti con il governo. "Non ho mai parlato con nessuno, eccetto che con il ministro dell'Economia, di questioni relative alla vigilanza", spiega il numero uno di via Nazionale che definisce i rapporti con i governi che si sono succeduti "di collaborazione pienissima". Anche con Renzi? Anche con Renzi, conferma Visco. "Nei miei colloqui con i presidenti del Consiglio non c'è stato mai uno screzio".


© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata