Kyenge: Parole inaccettabili, ma niente passi indietro

Milano, 14 giu. (LaPresse) - "Potevo aspettarmi certo delle critiche, ma una tale violenza non la potevo neppure immaginare". Il ministro per l'Integrazione, Cecile Kyenge, intervistata da La Repubblica, non nasconde l'amarezza per l'ennesimo attacco arrivato dalla Lega ieri. "L'immigrazione è stata raccontata male agli italiani per anni" spiega Kyenge "ma quest'ultima offesa non mi ha lascitato indifferente. Ci sono parole inaccettabili". Passi indietro? "Al contrario, non permetto a nessuno di togliermi il sorriso", risponde.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata