Kyenge, Letta: Maroni risolva vicenda o è scontro totale

Roma, 15 lug. (LaPresse) - Un appello deciso al leader della Lega, Roberto Maroni, per chiudere "rapidissimamente" una pagina "vergognosa" o "sarà uno scontro totale". Il presidente del Consiglio, Enrico Letta, non usa mezzi termini in relazione al caso delle dichiarazioni del vicepresidente del Senato, Roberto Calderoli, nei confronti del ministro dell'Integrazione, Cecile Kyenge. Parole, quelle pronunciate ieri dall'esponente del Carroccio ("Quando la vedo non posso non pensare a un orango") che hanno animato il dibattito politico anche oggi, rinfocolato dalle parole dell'eurodeputato leghista, Matteo Salvini, che ha invitato il capo dello Stato, Giorgio Napolitano, a tacere dopo che il presidente della Repubblica si era detto "colpito e indignato".

Letta è chiaro: "Mi sento di fare un appello al presidente Maroni, leader della Lega, perché chiuda questa pagina rapidissimamente. Se non la chiude si entra in una logica di scontro totale che non serve a lui, a nessuno e al Paese". Il premier sottolinea come la credibilità dell'Italia all'estero paga lo scotto per l'episodio: "È un'altra pagina vergognosa sul nostro Paese. Se guardate oggi sulla stampa estera l'Italia è presente per questa vicenda, è una vergogna che fa male". E sulle parole di Salvini, il presidente del Consiglio chiosa: "Non provino a tirare in campo il presidente della Repubblica".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata