Jobs act, Schifani: No spiriti rivalsa, continuiamo percorso riforme

Roma, 26 dic. (LaPresse) - "Il decreto delegato varato dal governo sul Jobs act è il classico bicchiere mezzo pieno frutto di una maggioranza composta da diverse e differenti formazioni politiche e culturali che, per il bene dell'Italia, hanno superato le reciproche diffidenze e adesso governano insieme. Finalmente siamo riusciti a superare le rigidità imposte dalla legge Fornero, innovando una normativa sul lavoro che ora garantisce maggiore flessibilità. Questo rappresenta senza dubbio uno stimolo per gli imprenditori che adesso potranno essere incentivati sul fronte delle assunzioni. Per questa ragione è indispensabile evitare di alimentare spiriti di rivalsa e concentrarci, invece, su quello che bisogna fare per far uscire il Paese dalla crisi". Lo dichiara il senatore di Area Popolare (Ncd-Udc) Renato Schifani, responsabile del programma di Ncd.

"Il cammino del riforme - aggiunge Schifani -, sia costituzionali e sia economiche, non deve essere interrotto e il governo e la maggioranza alla ripresa delle attività parlamentari dovranno impegnarsi in maniera ancora più decisa sui tanti dossier aperti per sostenere la crescita e l'occupazione. Penso in particolare alla riduzione del debito pubblico che continua a essere il vero macigno che impedisce all'Italia di rilanciarsi".

"Se non riduciamo in maniera decisa - conclude - l'enorme massa di debito e l'altissima spesa per interessi qualunque riforma sarà vanificata. Riduzione che consentirà di disporre di quella liquidità necessaria per abbassare la pressione fiscale su cittadini e imprese. Perciò riprendiamo il cammino delle riforme e non lasciamoci trascinare da istinti di rivalsa che avrebbero come unico effetto quello di danneggiare l'Italia e gli italiani".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata