Jobs act, Renzi: Chi sbaglia nel pubblico impiego paga

Roma, 29 dic. (LaPresse) - "Io sono uno di quelli che crede che vada cambiato il sistema del pubblico impiego ma non per applicare esattamente il sistema del privato. Ad esempio se noi abbiamo deciso di non mettere lo scarso rendimento nel privato, questo non vuol dire che non lo si possa mettere nel pubblico impiego. E visto che si entra per concorso, si puo' immaginare che i giudici abbiano un ruolo maggiore. Io sogno un sistema per cui nel pubblico impiego chi sbaglia paga". Così il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, nel corso della conferenza stampa di fine anno in merito all'applicazione dei decreti ai lavoratori pubblici.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata