Ius soli, Minniti: No a cattivi maestri, integrazione è sicurezza
"Contro stregoni paura si gioca la partita della democrazia"

"Non credete a chi dice che bisogna chiudere le porte: sono cattivi maestri e i cattivi maestri non vanno ascoltati". Così il ministro dell'Interno Marco Minniti alla Repubblica delle Idee a Bologna, intervenendo sullo Ius soli. Sul tema della cittadinanza "si gioca un tema cruciale come quello dell'immigrazione. Il rapporto fra terrorismo e integrazione consiste nel fatto che un Paese ben integrato è un Paese più sicuro".

"Di fronte a un sentimento la risposta non può essere la freddezza dei numeri, un ministro dell'Interno deve stare vicino a chi ha paura per liberarlo dalla paura. La differenza tra la sinistra riformista e i populisti è proprio questa: i populisti lavorano perché restino nella paura". Miniti ha aggiunto: "Su questo tema si gioca una partita squisitamente democratica: contro la paura, contro gli stregoni della paura".
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata