Iraq, Sibilia (M5S): Per armare curdi ci vorrebbe referendum popolare

Roma, 19 ago. (LaPresse) - Armando il popolo curdo "il rischio è quello di creare un precedente pericoloso. Servirebbe una deliberazione dell'aula, invece qua si vuole dare il via libera a un aiuto militare diretto senza che il Parlamento si sia espresso". Lo afferma Carlo Sibilia, deputato del Movimento 5 Stelle e segretario della commissione Affari esteri della Camera, in un'intervista a Repubblica, che aggiunge: "Per noi va bene inviare materiale umanitario il problema riguarda le armi. Ci vorrebbe un referendum per chiedere agli italiani se sono d'accordo con l'invio di armi ai curdi".

"Se fossimo stati al governo noi, non si sarebbe arrivati a questo punto - attacca quindi Sibilia - Avremmo cercato di influenzare i processi nella regione già a giugno, quando si capiva benissimo che l'escalation avrebbe portato a questo. Invece oggi andiamo dietro agli americani, che in Medio Oriente, negli ultimi dieci anni, hanno commesso errori giganteschi".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata