Indignati, Donadi (Idv): Violenti organizzati, Maroni dia spiegazioni

Roma, 16 ott. (LaPresse) - "Ieri un gruppo di violenti, black bloc professionisti della violenza, hanno rovinato una manifestazione pacifica e trasformato un corteo pacifico e democratico in un teatro da guerriglia urbana. Scene di devastazione inaudita, un'intera città messa a ferro e a fuoco, chiese occupate, blindati rovesciati, agenti delle forze dell'ordine feriti insieme a manifestanti pacifici. Alle forze dell'ordine e a quei manifestanti pacifici rimasti feriti va tutta la mia personale solidarietà e la mia vicinanza". E' quanto scrive sul suo blog il presidente del gruppo Idv alla Camera Massimo Donadi dopo gli scontri di ieri a Roma.

"A coloro che - prosegue Donadi - hanno appositamente inquinato e deturpato la protesta 'indignata', democratica e pacifica, di milioni di giovani contro il precariato e le conseguenze di una crisi economica senza precedenti va tutta la mia più ferma condanna, senza se e senza ma. Queste persone - scrive - professionisti dello scasso, della violenza pianificata a tavolino con certosina abilità, non agiscono mai casualmente. Non arrivano dal pianeta Marte. Non scendono sulla Terra all'improvviso, muniti di fiori nei cannoni. Non sono alieni, capaci di materializzarsi all'improvviso. Sono professionisti organizzati. Si muovono abilmente e non è certo la prima volta che ne conosciamo la capacità di devastazione".

Donadi chiede al ministro Maroni, che riferirà in Parlamento, di "dare conto delle misure di sicurezza messe in atto per prevenire, fermare e isolare la violenza di questo gruppo di facinorosi. Chiederemo al ministro cosa sia accaduto, perché i blackblock abbiano potuto agire con tale violenza mettendo in pericolo migliaia di manifestanti pacifici e a ferro e fuoco una città. Chi intende manifestare pacificamente ha il diritto di poterlo fare. E chi ha il dovere di proteggere i cittadini, deve farlo", ha concluso Donadi.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata