Imu, Crimi (M5S): Sì a decreto ma con limiti di reddito

Roma, 5 mag. (LaPresse) - Sul decreto sulla sospensione dell'Imu a giugno, ci "deve essere non un sì orizzontale, altrimenti favoriremmo chi ha casa e redditi elevati. Invece deve essere garantito a soglie di reddito basse, con un limite". Così il capogruppo del Movimento 5 Stelle al Senato Vito Crimi ai microfoni di SkyTg24. "L'abrogazione non può essere fatta così com'è - spiega Crimi - ma deve essere comunque garantito che chi ha dei redditi elevati paghi le tasse, anche sulla prima casa".

Durante l'intervista Crimi ha anche parlato di Berlusconi e della fiducia al nuovo governo: "Mi sembra uno scenario non prevedibile nel senso che l'accordo è fatto. Lo scenario è ormai consolidato e non credo che Berlusconi abbia tutto questo interesse a 'togliere la spina' a questo governo perché ho il vago presentimento che quei sondaggi non siano poi così attendibili come vogliono fare credere, come è stato fino ad adesso con i sondaggi", ha affermato commentando i sondaggi che danno in crescita il Pdl e l'ipotesi che Berlusconi possa decidere di togliere la fiducia al Governo Letta.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata