Immigrazione, Frontex plus sostituirà Mare Nostrum, il via a novembre

Bruxelles (Belgio), 27 ago. (LaPresse) - "Frontex plus è pronta a partire, ci siamo dati pochi giorni per far fronte a navi ed elicotteri che chiederemo anche agli altri Stati membri". Questo l'annuncio del ministro dell'Interno Angelino Alfano al termine dell'incontro a Bruxelles con la commissaria europea per gli Affari interni, Cecilia Malmstroem, annunciando l'avvio dell'operazione Frontex Plus. "Speriamo che l'operazione Frontex Plus possa entrare in funzione alla fine di novembre", ha detto Malmstroem, "Mare Nostrum è stata una risposta d'emergenza alla tragedia di Lampedusa ed era chiaro che l'Italia non potesse farsi carico di tutto da sola", ha detto la commissaria, che ha ringraziato Alfano e l'Italia "per l'immenso lavoro fatto salvando migliaia di vite nel Mediterraneo".Malmstroem ha spiegato che si sta lavorando "intensamente su una nuova missione Frontex per aumentare l'assistenza all'Italia" e si tratterà di un "Frontex plus allargato", con maggiore dispiegamento di risorse tecniche e umane. "Aspetto che tutti gli Stati membri contribuiscano" e "personalmente farò tutto quello che è in mio potere per assicurare che tutti gli Stati membri possano dare assistenza a Frontex", ha proseguito la commissaria Ue. "Spero che l'Italia, anche come presidenza dell'Ue, possa spingere per trovare più fondi per il bilancio Frontex", ha aggiunto, "dei 28 Stati membri dell'Unione europea solo 10 accettano profughi in cifre importanti". "L'obiettivo nostro è avviare Frontex plus e poi ritirare Mare Nostrum", ha spiegato Alfano, specificando che "Frontex plus non coinciderà con Mare Nostrum, non sono la stessa cosa"; "l'obiettivo è che questa operazione sostituisca Mare Nostrum, nata per far fronte all'emergenza dopo la strage di Lampedusa". "Oggi l'Europa è più forte nel Mediterraneo", ha detto il capo del Viminale, "è un giorno importante per me, per l'Italia per l'Europa". Alfano ha infatti precisato che "non c'è nessun egoismo nazionale": "oggi l'emergenza è il Mediterraneo", "ma domani potrebbe essere un'altra frontiera". Per rendere più efficace la lotta ai viaggi in mare Alfano ha inoltre annunciato che verranno distrutti "i barconi dei mercanti di morte e faremo in modo che non siano più utilizzati".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata