Immigrazione, Boldrini: Italia rilanci questione a attenzione Europa

Roma, 21 lug. (LaPresse) - Evitare le morti nel Mediterraneo, offrendo a chi ha bisogno di protezione alternative concrete alle carrette del mare. Questo il tema del seminario organizzato dalla Presidenza della Camera dei deputati domani, martedì 22 luglio (ore 17 sala della Regina - Montecitorio), dal titolo 'Prima di prendere il mare. Dal reinsediamento all'ammissione umanitaria'. Ne discuteranno, insieme con la presidente Laura Boldrini, il ministro dell'Interno, Angelino Alfano, il sottosegretario agli Esteri, Mario Giro, e il presidente della commissione Diritti Umani del Senato, Luigi Manconi. Interverranno inoltre il Capo di Stato Maggiore della Marina, ammiraglio Giuseppe De Giorgi, il delegato per il Sud Europa dell'Alto commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (Unhcr), Laurens Jolles e, in rappresentanza del Tavolo Asilo, Cristopher Hein, direttore del Consiglio Italiano Rifugiati (Cir). Interverrà anche Laura Ravetto, presidente del Comitato bicamerale sull'attuazione dell'accordo di Schengen e controllo e vigilanza in materia di immigrazione.

"Il tema è quanto mai attuale alla luce dei drammatici accadimenti di queste ore. I naufragi che si sono susseguiti negli ultimi giorni - ha dichiarato la presidente della Camera - impongono a maggior ragione di trovare soluzioni concrete e percorribili per chi scappa da guerre e persecuzioni e vuole chiedere asilo. L'Italia ha il dovere di rilanciare la questione all'attenzione dell'Europa per cercare, insieme con i partner Ue, possibili strade alternative al rischio del Mar Mediterraneo. E' necessario - ha concluso la Presidente Boldrini - individuare strumenti giuridici efficaci per evitare ulteriori perdite di vite umane".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata