Immigrati, Manconi (Pd): Cie luoghi orribili, vanno chiusi

Roma, 30 gen. (LaPresse) - Quella dei Cie è una "situazione che definirei desolata. E' un luogo alla lettera insensato, perché privo di senso oltre che di efficacia per il fine per il quale è stato realizzato". Lo ha detto ai microfoni di Rai News 24 il senatore Pd Luigi Manconi, da sempre in prima linea per i diritti dei detenuti, commentando la protesta del Cie di Ponte Galeria, alle porte di Roma, dove 13 migranti in sciopero della fame e della sete hanno ancora la bocca cucita, sottolineando che si tratta di "luoghi orribili" che "vanno chiusi".

Manconi ha raccontato la vicenda di "Ali e Alia, una coppia di coniugi sposati in Tunisia, lui 34 lei 29 anni. Nel paese di origine, dove hanno abitato fino a novembre, hanno subito una serie lunga di minacce. I familiari di lei non apprezzavano la scarsa fede religiosa di lui. Abbiamo potuto vedere - ha continuato - le cicatrici sul suo corpo, in particolare sull'avambraccio presenta una profonda ferita per i tentativi di difendersi dalle coltellate. Per coronare il sogno d'amore hanno attraversato il mare e sono finiti nel Cie di Ponte Galeria".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata