Grillo: Voglio Dario Fo al Quirinale. Tra Pd e Pdl è guerra tra vecchi

Genova, 26 feb. (LaPresse) - "Andrò io alle consultazioni con Napolitano" per il Movimento 5 stelle sulla formazione del nuovo governo. Lo ha annunciato Beppe Grillo parlando con i cronisti fuori da casa sua a Sant'Ilario. "Noi lo voteremo online" aggiunge Grillo sull'elezione del Capo dello Stato. "Io ho detto la mia. Dario Fo potrebbe essere il presidente della Repubblica. E' un Nobel famoso nel mondo. E' un ragazzo, lui ha capito il senso del movimento, ha capito perfettamente cosa stava succedendo" chiosa Grillo a proposito del Colle.

"La politica non deve avere una visione a 15 o 100 giorni, ma a mille o duemila giorni. Parliamo di un nuovo modo di concepire l'economia e la scuola" spiega il comico a proposito della sua visione. Sulla grande coalizione il verdetto è definitivo: "Pdl e Pd insieme dureranno 7-8 mesi, non di più. E' l'economia che non gli darà scampo, chiudono 1000 imprese al giorno. Non abbiamo può grandi imprese come a Ivrea, Biella e Alessandria. Questa è una guerra generazionale, siamo un popolo di vecchi". La Tav? "Non si farà. Non ci sono i soldi per le grandi opere. Il nostro futuro è a 200 chilometri orari e non 300". Appoggio al Governissimo? "Dipende se seguiranno il nostro programma. Se il nostro programma diventa operativo è perfetto".

Tra i parlamentari del Movimento 5 stelle qualcuno potrebbe vendersi? "E' possibile. Una scilipotizzazione ci potrebbe essere" aggiunge Grillo. Infine Monti: "Monti ha una comunicazione degli anni Settanta. Cagnolini, bambini, ha fatto una prova con Facebook. Stava prendendo il posto di Mastella" ha ironizzato sull'ex premier.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata