Grillo e il Cozza day a Montecitorio

Roma, 10 set. (LaPresse) - Contro "una manovra che strozza", e contro i politici che agiscono "per soldi e non per passione", il popolo del Movimento 5 stelle di Beppe Grillo si è radunato oggi a Roma. Grillo, tra gli applausi della folla, ha anche depositato dei cesti di cozze davanti a Montecitorio, seguito da centinaia di grillini, tutti con una cozza in mano. "In nome del popolo italiano depositiamo nel più grande deposito di mitili avariati, che è il nostro Parlamento, la dose di cozze sperando che si tolgano di lì nell'arco dei secoli. E' cominciato un nuovo corso", ha detto il leader dei grillini. A centinaia invece hanno occupato pacificamente piazza Navona: tutti con le magliette con le 5 stelle, alcuni hanno fatto da cornice umana a un enorme stendardo del movimento, disteso a terra.

In mezzo alla piazza alcune foto di ministri e parlamentari, bollati come 'non ricandidabili' perché plurieletti o perchè condannati. Agli angoli della piazza enormi scope per indicare la 'pulizia' da fare in Parlamento. In piazza anche una delegazione dei No Tav con uno striscione sul quale si leggeva: 'Tav uguale mafia'. Poi la sfilata con le cozze in mano, fino a Montecitorio. Ogni manifestante ne ha depositata una. "Non dobbiamo più resistere ma dobbiamo prenderci il Paese", ha detto Grillo.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata