Grillo attacca: Chi non è d'accordo si fondi un altro partito
Il leader tenta di sedare il dissenso dopo la decisione di sostituire la candidata sindaca grillina a Genova

 "Occorre intendersi su cosa sia la democrazia perché una democrazia senza regole non è democrazia. Noi abbiamo le nostre regole e io da garante le faccio rispettare. Chi non è d'accordo si faccia un altro partito". Così, in merito al caso Genova, Beppe Grillo, arrivando alla Camera per un convegno sull' acqua pubblica organizzato dal M5S, ha cercato di porre fine al dissenso creato dalla decisione genovese di sostituire il candidato sindaco per le comunali. Poco prima lo stesso leader del M5s aveva voluto chiarire: "E' tutto spiegato sul blog. Non c'è un problema di metodo. Il metodo è giustissimo". Così rispondendo ai cronisti che gli chiedevano del caso aveva poi ribadito:  "Io sono il garante".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata