Gregoretti, Salvini: "Processo privo di fondamento ma io non scappo"

Domani il voto del Senato. Il leader del Carroccio su Facebook: "I senatori della Lega non si opporranno"

"Domani c'è il processo. Ribadisco: ritengo che un processo nei miei confronti sia privo di qualsiasi fondamento perché ho difeso l'interesse nazionale e ho protetto l'Italia e gli italiani, controllando chi entra e chi esce da questo Paese e per svegliare quelli che in Europa dormivano. Se Pd, M5S e Italia viva, invece, ritengono che sia un crimine, io non scappo, non ho paura. Voteranno per mandarmi a processo, i senatori della Lega, ovviamente, non si opporranno e vedremo. Conto che tanti di voi che mi facciano compagnia: ritengo di aver protetto l'onore, la dignità e i confini del mio Paese". Così il leader della Lega, Matteo Salvini, in diretta Facebook da Venezia alla vigilia del voto del Senato sul caso Gregoretti. "Io mi approccio a questa votazione con assoluta tranquillità, con la certezza di non aver commesso alcun reato e che sia un processo giuridicamente basato sul nulla e di non essere vile sequestratore di donne e bambini, ma con la certezza che per entrare in Italia bisogna avere il permesso", ha aggiunto Salvini.