Grasso: Mafia fu braccio armato di altri interessi, ancora non chiari
"Gli elementi per raggiungere le prove sono a conoscenza solo dei vertici dell'organizzazione, che non hanno collaborato con la giustizia"

"S'intuisce che Cosa nostra possa essere stata il braccio armato di altri interessi: di una strategia politica; di tipo economico legati agli appalti pubblici; o di entità deviate rispetto alle proprie funzioni istituzionali. Purtroppo però non è stato possibile trovare le prove. Gli elementi per raggiungerle sono a conoscenza solo dei vertici dell'organizzazione, che non hanno collaborato con la giustizia". Lo afferma al Corriere della Sera il presidente del Senato, Pietro Grasso, venticinque anni dopo la sentenza della Corte di cassazione che rese definitive le condanne del maxiprocesso alla mafia.
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata