Grasso: Corruzione sta affossando il Paese e l'economia

Roma, 7 mag. (LaPresse) - La corruzione "sta affossando l'economia e l'Italia tutta". Lo ha detto il presidente del Senato, Pietro Grasso, intervenendo alla prima assemblea dei cosiddetti 'braccialetti bianchi', simbolo della campagna 'Riparte il futuro' promossa da Libera e dal gruppo Abele per la riforma della normativa sul voto di scambio e la corruzione.

"La corruzione mina l'economia dal profondo, togliendo trasparenza alle transazioni, agli appalti, dai più piccoli ai più grandi, privilegiando e favorendo i corruttori che hanno competenze e lavorano seriamente nel rispetto delle leggi", ha aggiunto Grasso.

Per la seconda carica dello Stato la corruzione "disperde risorse, impedisce qualsiasi possibilità di sviluppo ed è causa della mancata crescita economica, della disoccupazione e della morte della meritocrazia". "La corruzione - ha aggiunto Grasso - fa persino di peggio: nel favorire il malaffare deprime le coscienze".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata