Governo, Zingaretti: Stop lentezze e distanze tra alleati, ora unità

Roma, 28 set. (LaPresse) - Nell'esperienza di formare un Governo con M5S, Iv e Leu "non tutto è andato bene. Rimangono lentezze, distanze tra gli alleati della maggioranza che si è costituita, provvedimenti ritardati e zone non marginali di diffidenza e anche di sofferenza tra i cittadini e settori significativi della società italiana. Ecco perché chiedo una maggiore unità delle forze politiche. Perché dopo l'emergenza occorre ricostruire. E per ricostruire ci vuole sincerità e visione unitaria sui compiti che ci aspettano. Naturalmente in un pluralismo di idee e nella differenza tra i partiti che governano; i quali, tuttavia, non si possono sentire avversari piuttosto solidali in un'impresa comune" . Così Nicola Zingaretti, segretario del Pd, pubblica in esclusiva sul giornale online Tpi.it , la sua lettera di risposta a Mattia Santori leader delle Sardine. "Dopo un anno, possiamo dire che il PD ha riconquistato il suo ruolo e la sua funzione. È il pilastro unitario intorno al quale ricostruire una proposta per il Paese. Ora sembra tutto naturale ma non era affatto scontato, e non ce l'ha regalato nessuno ma è figlio di scelte politiche compiute. Oggi siamo la forza introno alla quale si può riorganizzare una parte importante della società, anche perché ho cercato di tenerlo lontano da ogni manovra politicista. Nella ricostruzione della Nazione è tempo anche di ricostruire e cambiare il Pd".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata