Governo, Renzi: Incarico a me? Ipotesi mai esistita

Firenzi, 5 apr. (LaPresse) - "E' un'ipotesi che non è mai esistita. L'unico colle che posso frequentare da queste parti è piazzale Michelangelo". Così il sindaco di Firenze Matteo Renzi ha risposto, durante la trasmissione di Radio 105 'Tutto esaurito', a chi gli chiedeva se ci fosse mai stata l'idea che il capo dello Stato Giorgio Napolitano la settimana scorsa avesse potuto chiamarlo al Quirinale per affidargli l'incarico di formare il Governo. Renzi ha poi spiegato di non avere assolutamente il progetto di uscire dal Pd e fondare un suo partito: "Uscire e farsi un partito non ha senso perché ce ne sono già troppi di partiti". A proposito di Giorgia Meloni, che ha fondato il suo partito Fratelli d'Italia, Renzi ha commentato: "Si è fatta un partito e ha appoggiato Berlusconi. E' un po' una contraddizione in termini. Io credo ci dovrebbero essere due partiti, la destra e la sinistra e tu voti quello che pensi".

Su un'ipotetica alleanza Pd-Pdl, Renzi ha spiegato: "Detto tra di noi, se proprio si deve parlare di alleanza con il Pdl, Berlusconi si fida molto di più di Bersani o D'Alema che non dei nuovi del Pd. E' da tempo che si conoscono e, pur su posizioni diverse, è più facile che trovino un accordo loro". "In tutto il mondo è così - ha aggiunto - le maglie ci sono in tutti i Paesi del mondo, non è che in America non ci sono Democratici e Repubblicani. Io sarei favorevole ad averne due, però basta che giochino. La verità è che non stanno giocando, il problema è che stanno facendo riscaldamento. Io ho solo detto: giocate come vi pare, ma giocate"

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata