Governo, Quagliariello (Ncd): Restare è una scelta non una necessità

Roma, 4 feb. (LaPresse) - "Matteo Renzi è in grado di trovarsi una maggioranza alternativa alla Camera e al Senato. Se li cercasse, i suoi responsabili li troverebbe. E questo ci rende incredibilmente più forti". Così Gaetano Quagliariello, coordinatore del Nuovo centrodestra, in un'intervista a 'Libero'. Secondo Quagliariello, "il Nuovo centrodestra può oggi decidere se stare al governo per scelta, non per necessità". E aggiunge: "Serve un confronto per capire se ci sono ancora le condizioni per realizzare le riforme. Se si rinnova l'accordo, stare al governo avrebbe un senso. Se, al contrario, il progetto di Renzi fosse un altro, ne prenderemmo atto e il pavimento della nuova Italia il premier lo costruirà con qualcun altro".

"Potrebbe anche darsi" che tra i nuovi responsabili ci sia anche qualche senatore di Ncd, "ma a questo punto dico: chissenefrega. I numeri servono per essere decisivi, per condizionare. Adesso il nostro obiettivo è quello di trasmettere un'identità, non di galleggiare. Di galleggiamento si può morire. Abbandonare il governo per ripicca sarebbe un atto di debolezza e un errore, ma far finta di niente lo sarebbe ancora di più", conclude Quagliariello.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata