Governo, M5S: Grave che Lega lo sacrifichi per tenersi corrotti

Milano, 17 mag. (LaPresse) - "Chi è accusato di corruzione deve stare lontano dalle Istituzioni. Per rispetto dei cittadini, per non tradire la loro fiducia. E' successo anche a noi, unico caso in 10 anni, e abbiamo rimediato nel giro di pochi minuti. Ci aspettiamo dagli altri lo stesso atteggiamento. Serve discontinuità rispetto al passato, ecco perché questo si chiama governo del cambiamento. Non facciamo distinzioni e non abbiamo alcuna intenzione di usare l'argomento giudiziario come arma elettorale. Si tratta invece di coerenza rispetto ai valori in cui crediamo da sempre e in cui credono i cittadini perbene di questo Paese che affidano la guida delle Istituzioni e i loro soldi a politici e amministratori pubblici". Così in una nota congiunta i capigruppo di Camera e Senato del MoVimento 5 Stelle, Francesco D'Uva e Stefano Patuanelli. "È evidente che il moltiplicarsi delle inchieste da Nord a Sud ci pone davanti ad un'emergenza, e non possiamo girarci dall'altra parte. Il sistema Italia ha bisogno di ripulirsi da ogni forma di contaminazione della corruzione. E la politica, i partiti, hanno l'obbligo ed il dovere di dare l'esempio. Noi non abbiamo mai perso la fiducia nei confronti della Lega - proseguono -. La fiducia che è venuta a mancare è solo quella nei confronti di indagati ed arrestati. A prescindere dai colori politici. E non potrebbe essere altrimenti. Ci auguriamo di ritrovare al più presto piena sintonia su questi temi. Sarebbe grave ma soprattutto irresponsabile sacrificare il governo per difendere persone accusate di corruzione", concludono i presidenti dei gruppi parlamentari.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata