Governo, Letta: Nessuna conseguenza per guai giudiziari Berlusconi

Roma, 20 giu. (LaPresse) - Ci saranno conseguenze sulla stabilità del governo per i processi a carico di Silvio Berlusconi? "No. Vedo il governo stabile e concentrato sui suoi obiettivi. Non credo ci saranno conseguenze da vicende esterne, anche di natura giudiziaria. Il governo va avanti con determinazione e stabilità". Così il premier Enrico Letta durante un incontro con i giornalisti della Stampa estera, in merito alla sentenza della Consulta di ieri sul processo Mediaset.

Durante l'incontro con i giornalisti Letta ha affrontato molti temi caldi. Primo fra tutti le elezioni. "Non vedo elezioni anticipate a breve, non mi sembra ci sia questa situazione", ha detto Letta.

Il premier si è poi soffermato sull'Europa affermando: "Il nostro Paese è felice, stiamo mettendo a punto l'agenda di relazioni bilaterali che saranno ancora più forti. Dobbiamo cominciare a raccontare la vicenda europea interpretandola come una storia di successo, e si smetta di considerare l'Europa come un problema". E circa la crisi, in particolare la questione degli esodati, Letta intanto rassicura: "Affronteremo e risolveremo" la questione.

Circa invece la controversa vicenda del pagamento dell'Imu che ha investito la titolare del Ministero dello Sport e delle Pari opportunità Josefa Idem ha detto: "Ho letto quello che ha detto il ministro Idem e ovviamente faccio fiducia in quello che il ministro ha detto ieri".

Uno sguardo infine all'estero, in particolare alla Turchia: "Spero che questa vicenda non metta in crisi l'avvicinamento della Turchia all'Ue e penso che sarebbe un enorme errore se questa vicenda portasse ad un allontanamento senza ritorno definitivo" dall'Europa. "L'Italia ha rapporti molto antichi, forti e positivi con la Turchia - ha ricordato il presidente del Consiglio - Sono due destini che si devono avvicinare, è interesse della Ue, della Turchia e anche dell'Italia. Spero che anche in Europa ci sia la stesso atteggiamento". Bisogna "superare questo momento difficile e complicato" evitando "gli eccessi che ci sono stati nei giorni scorsi".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata