Governo, Lega tra i due fuochi FI e M5S
Vertice del centrodestra ieri sera a Palazzo Grazioli, a Roma, dove Berlusconi Salvini e Meloni hanno cercato di evitare la rottura tra il leader di Forza Italia e quello della Lega, a cui Di Maio, in un'intervista televisiva aveva teso nuovamente la mano suggerendo: "Ok a un premier terzo scelto con la Lega, ma no a Berlusconi e mai un governo tecnico". Secondo indiscrezioni queste parole sarebbero state apprezzate dal Carroccio. E ieri sera Paolo Gentiloni, in un'altra intervista televisiva ha commentato la possibilità di rimanere a Palazzo Chigi: "Preferirei di no - ha detto - ma Se il presidente della Repubblica fa una richiesta non prenderla in considerazione è difficile". Oggi alle 10 previste nuove consultazioni al Colle in un'unica giornata