Governo: il primo atto è per i migranti
Governo: il primo atto è per i migranti

Impugnata una legge del Friuli, giudicata discriminatoria. Salvini furioso

Cambio di rotta immediato per il nuovo governo, rispetto all'esecutivo Lega-Cinque Stelle: la prima misura è a favore dei migranti. Impugnata una legge del Friuli Venezia Giulia, su proposta del neo titolare degli Affari Regionali Francesco Boccia. "Molte disposizioni eccedono le competenze della Regione, alcune di queste - in materia di immigrazione - appaiono discriminatorie". Reagisce subito il governatore leghista del Friuli, Massimiliano Fedriga: "È una vergogna assoluta, 5 Stelle e Pd vogliono l’immigrazione selvaggia”. All'attacco anche Salvini: "Bell'esordio, contro chi dà la priorità ai cittadini italiani".

Ieri la cerimonia di giuramento del presidente del Consiglio Giuseppe Conte e della sua squadra di ministri.


"Crediamo che questa sia una giornata importante per il paese e ce la metteremo tutta per essere all'altezza" ha dichiarato il neoministro delle Infrastrutture Paola De Micheli. "Sono 9 anni da quando Angelo Vassallo è stato ucciso. Al tempo ero segretario del PD Campania, fu uno dei momenti più dolorosi della mia vita. Oggi per me è un giorno speciale, quando giurerò sulla Costituzione penserò anche a lui. Con disciplina e onore". Ha scritto su Twitter il ministro degli Affari europei Enzo Amendola.

 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata