Governo, Gentiloni: "Il rifiuto del Pd a M5S non era indispensabile"
"Non era realistico che il Pd appoggiasse un governo guidato da Di Maio, o da un altro esponente del M5s, ma si poteva discutere perché questo avrebbe messo a nudo le contraddizioni dei Cinque Stelle. Forse il 'gran rifiuto' non era indispensabile". Così il primo ministro Paolo Gentiloni a "Che tempo che fa", su Rai Uno, ha commentato la proposta avanzata dal M5S per la formazione di un governo con il Pd. "Il tocca a loro - ha aggiunto - non vale per un partito come il Pd, che è per definizione un partito di sinistra di governo e deve dare il suo contributo, non è che per definizione si colloca all'opposizione". Altri video su www.raiplay.it