Governo, Cottarelli accetta l'incarico: "Senza fiducia, al voto dopo l'estate"
Carlo Cottarelli ha accettato, con riserva, l'incarico di formare il nuovo governo conferitogli dal Capo dello Stato Sergio Mattarella. "Mi presenterò in Parlamento con un programma che, se sarà votata la fiducia, porti all'approvazione della Legge di Bilancio e a nuove elezioni nel 2019", ha dichiarato Cottarelli. "In assenza di fiducia - ha aggiunto - il governo si dimetterebbe immediatamente e principale compito sarebbe di accompagnare il Paese a elezioni dopo il mese di agosto. Né io né i miei ministri ci candideremo alle prossime elezioni".