Giustizia, Pd: Ora cambiamenti prescrizione e tempi certi processi

Roma, 31 gen. (LaPresse) - “L'inaugurazione dell'anno giudiziario è stata una importante occasione per ribadire alcune emergenze,a partire dalla necessità di un impegno senza quartiere per contrastare corruzione, mafie e la loro penetrazione nell'economia legale, come emerso in particolare dalle parole del Procuratore Generale Salvi. Forte anche il richiamo all'autonomia e alla indipendenza della magistratura, nelle importanti parole del Vicepresidente del CSM Ermini, impegnato a ridare quella piena credibilitá all'organo di autogoverno minata dalle vicende opache emerse qualche mese fa e da un deteriore correntismo, che impone anche nuovi meccanismi di elezione dei membri togati. La relazione del Primo Presidente Mammone e l'intervento del Presidente del Consiglio Nazionale Forense, Mascherin, hanno riproposto, tra l'altro, l'urgenza di una riforma del processo penale che garantisca davvero tempi certi e rapidi ai processi. Ma hanno chiaramente fatto emergere anche tutti i rischi insiti nella riforma Bonafede sulla prescrizione, che non è affatto quel fattore di civiltà di cui ha parlato il Ministro. Per questo, per il Pd, è necessario al più presto portare in Consiglio dei Ministri la riforma del processo penale e insieme giungere - come maggioranza - ad una modifica vera della legge sulla prescrizione, per giungere ad una sintesi che tenga conto delle ragioni serie di tutte le componenti”. Così il deputato Walter Verini, responsabile giustizia del Pd, presente oggi all'inaugurazione dell'anno giudiziario presso la Corte Suprema di Cassazione.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata