Giorgia Meloni ospite di PoliticaPresse: Su Regionali patto con Salvini per candidare i migliori. Opzione 'Italexit' non esiste
Giorgia Meloni ospite di PoliticaPresse: Su Regionali patto con Salvini per candidare i migliori. Opzione 'Italexit' non esiste

La leader di Fratelli d'Italia ha risposto in diretta alle domande del direttore Vittorio Oreggia, del vicedirettore Nicola Assetta e di Donatella Di Nitto

La leader di Fratelli d'Italia è stata ospite in redazione a LaPresse per l'appuntamento con il videoforum politico dell'agenzia e ha risposto in diretta alle domande del direttore Vittorio Oreggia, del vicedirettore Nicola Assetta e di Donatella Di Nitto

OBIETTIVI

- "Superare il M5S". Così il presidente di Fratelli d'Italia, Giorgia Meloni, ai microfoni di #PoliticaPress, il videoforum di approfondimento politico di LaPresse, rispondendo alla domanda su quale sia l'obiettivo del suo partito adesso. "Poi in generale è quello di riportare definitivamente la destra alle percentuali che furono nei tempi migliori", aggiunge.

CENTRODESTRA

- "Il centrodestra è coeso. Leggo ogni giorno le ricostruzioni su discussioni, tra me e Salvini in particolare - aggiunge -, qualunque cosa diciamo viene visto come un controcanto reciproco. Sono io che dico cose e so con quale spirito lo faccio, ma non mi sfugge che con i numeri di una coalizione così importanti, la compattezza può fare paura".  "Non mi interesse erodere consensi dei miei alleati, perché voglio andarci a governare insieme. L'obiettivo deve essere andare a cercarli all'esterno"

REGIONALI

Sulle prossime candidature alle elezioni regionali "io aspetto una parola definitiva dalla Lega, soprattutto, perché Forza Italia si è espressa in maniera abbastanza chiara, e non voglio far polemica. Ma credo sia giusto fare chiarezza. I patti vanno onorati e io mi fido di Matteo Salvini". "Per vincere servono i migliori e io voglio vincere - aggiunge Meloni -. Quando propongo un nome faccio tutte le verifiche del caso, e Raffaele Fitto e Francesco Acquaroli nelle Marche sono due ottimi candidati". Inoltre, "non capisco quale siano le ragioni per cui la Lega prende tempo, credo sia figlio di questioni territoriali, che comprendo, e per questo non faccio polemica. Io dico solo di cominciare cominciamo a fare campagna elettorale e non logoriamoli".

RIFORME

- Sabato ci saranno i banchetti per firmare quattro proposte di riforme costituzionali, tra cui l'elezione diretta del capo dello Stato. "Speriamo venga a firmare anche Matteo Renzi".

UE

"Non esiste l'opzione dell'Italexit. L'Italia non può uscire dall'Ue senza che l'esploda l'Europa". Così il presidente di Fratelli d'Italia, Giorgia Meloni, ai microfoni di #PoliticaPresse, il videoforum di approfondimento politico di LaPresse. "Se l'Italia decidesse di uscire dall'Ue sarebbe la fine dell'Unione europea, se uscisse dall'euro sarebbe la fine dell'euro", aggiunge.

SEA WATCH

"Trovo scandalosa la sentenza della Cassazione su Carola Rackete". Così il presidente di Fratelli d'Italia, Giorgia Meloni, ai microfoni di #PoliticaPresse, il videoforum di approfondimento politico di LaPresse

GOVERNO

"I voti di FdI non sono a disposizione per nessun governo. Lo spazio per andare a votare c'è".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata