Giarda: Governo non pensa ad accordo con Svizzera su rientro capitali

Roma, 7 dic. (LaPresse) - "Il governo italiano non intende, per il momento, raggiungere con la Svizzera un accordo in materia di lotta fiscale simile a quelli siglati da Germania e Gran Bretagna con la confederazione Elvetica". Così il ministro per i Rapporti con il parlamento, Piero Giarda, risponde ad un interrogazione dell'Idv, durante il question time alla Camera, in cui si faceva presente che di fronte alla disponibilità della Svizzera a stipulare un accordo per la tassazione dei capitali illegalmente esportati, accordo già fatto con Inghilterra e Germania, il governo italiano farà un passo indietro e rinuncia 15 miliardi di euro circa. Il ministro Giarda, in risposta all'interrogazione dell'Idv fatta da capogruppo Massimo Donadi, ha anche sottolineato che "questi accordi non corrispondono agli standard richiesti dall'Ocse e sono sotto osservazione da parte della Commissione europea perché contrari ai principi della direttiva Ue sul risparmio".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata