Giannini contestata alla festa dell'Unità, docenti: No propaganda, dimettiti

Milano, 4 set. (LaPresse) - Uno sparuto gruppo di insegnanti sta aspettando l'arrivo della ministra Stefania Giannini, alla festa de l'Unità a Milano. Uno dei docenti ha appeso al collo un cartello con scritto: "vogliamo assunzioni non propaganda".

Presenti anche un gruppo di maestre elementari con titoli non riconosciuti per l'assegnazione dei posti: sui loro cartelli le scritte "Maestra licenziata dalla cattiva scuola", un altra "Senza contratto di lavoro, senza sussidio di disoccupazione, senza futuro uguale maestre di seconda fascia". E un'altra "Giannini dimettiti". Qualche critica anche è rivolta anche a Francesca Puglisi, responsabile scuola del Pd. Presenti anche i rappresentanti del coordinamento lavoratori della scuola '3 ottobre' che distribuiscono volantini per dire "No alla buona scuola di Renzi!". "Questa non è una buona scuola" denunciano, "ma solo una pessima legge che crea e scuole per ricchi e scuole per poveri". Fra gli slogan sul volantino anche "No al preside sovrano", "No alla scuola azienda".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata