Ghedini: Frasi di Graviano su Berlusconi prive di fondamento
Interviene dopo pubblicazione delle intercettazioni del boss

"Dalle intercettazioni ambientali di Giuseppe Graviano, depositate dalla Procura di Palermo, composte da migliaia di pagine, corrispondenti a centinaia di ore di captazioni, vengono enucleate poche parole decontestualizzate che si riferirebbero asseritamente al presidente Berlusconi. Tale interpretazione è all'evidenza destituita di ogni fondamento non avendo mai avuto alcun contatto il Presidente Berlusconi né diretto né indiretto con il signor Graviano. Ogni illazione in proposito troverà adeguata risposta nelle sedi competenti". Così in una nota Nicolò Ghedini dice la sua dopo la pubblicazione di alcune intercettazioni di Giuseppe Graviano in cui il boss avrebbe detto "Berlusconi mi chiese una cortesia".

"Che, del resto, il presidente Berlusconi sia totalmente estraneo a fatti consimili - aggiunge l'avvocato Ghedini - è stato già ampiamente dimostrato in più sedi giudiziarie. E' comunque doveroso osservare come ogni qual volta il presidente Berlusconi sia particolarmente impegnato in momenti delicati della vita politica italiana e ancor più quando si sia nella imminenza di scadenze elettorali, si vota domenica in oltre 1000 comuni, appaiano nei suoi confronti notizie infamanti che a distanza di tempo si rivelano puntualmente infondate ed inesistenti ma nel frattempo raggiungono lo scopo voluto".
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata