Gentiloni: L'azione americana in Siria è una risposta a crimini di guerra
"Sono convinto che l'azione di questa notte debba non ostacolare ma accelerare le chance di una soluzione negoziale duratura"

Il presidente del Consiglio Gentiloni ha commentato il lancio dei missili Usa verso la Siria:  "L'azione di questa notte come noto si è sviluppata nella base aerea da cui erano partiti gli attacchi con uso di armi chimiche nei giorni scorsi. L'azione è una risposta motivata a un crimine di guerra. "L'uso di armi chimiche non può essere circondato dall'indifferenza. Chi ne fa uso non può contare sull'uso di attenuanti e mistificazioni". Specificando come si muoverà l'Europa: "In queste ore ho avuto colloqui con Hollande e Merkel" spiegando che nel corso degli scambi è stata espresso un "impegno comune perché l'Europa contribuisca nella direzione della ripresa del negoziato".  "Sono convinto che l'azione di questa notte debba non ostacolare ma accelerare le chance di una soluzione negoziale duratura" ha precisato Gentiloni.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata