Genova, Toninelli: Cercano di fermarmi, miei errori meglio di loro ruberie

Roma, 15 set. (LaPresse) - "Stanno cercando in ogni modo di danneggiare la mia immagine per fermare la mia azione e quella del M5S. Tutto come previsto. Di errori, di leggerezze ne ho commessi e ne commetterò ancora. E naturalmente mi scuso di questo. Ma nulla che abbia a che vedere con la sostanza del lavoro che sto facendo. Niente rispetto alle ruberie e ai sistemi di potere che loro hanno messo in piedi in questi decenni. Decenni in cui i potenti sono diventati sempre più forti e tutti noi cittadini per bene sempre più deboli.

Ora però siamo al Governo. E io sono a capo di uno tra i ministeri che più si addentrano nella carne viva del blocco di potere che ci ha saccheggiato. L'unico modo che hanno per fermarci è allontanare la gente che ci ama e che ci guarda le spalle. Io non mollo, ci mancherebbe. Ma non mollate neppure voi. In pochi anni cambieremo tutto in meglio". Così su Facebook il ministro delle Infrastrutture e Trasporti Danilo Toninelli dopo le polemiche sul caso Genova e Autostrade.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata