Genova, Boccia: No conflitti istituzionali, servono tempi certi

Torino, 12 set. (LaPresse) - "Vanno evitati i conflitti istituzionali che porterebbero i tempi ad allungarsi in maniera incredibile. Occorrerebbe un senso di sana responsabilità da parte di tutti, noi pensiamo che la prima soluzione su Genova sia tempi certi e veloci per la realizzazione del ponte, sia per i cittadini di Genova sia per i tanti operatori economici". Così il presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia, arrivando a Torino per un convegno sul Tav e commentando la situazione di Genova dopo il crollo del ponte Morandi. "Ricordiamo - ha aggiunto - che la città è un altro corridoio che ci apre verso la Francia e la Francia è uno di quei paesi in cui esportiamo tantissimo. Come Italia non abbiamo materie prime, abbiamo necessità di esportare, quindi occorre calmierare le dichiarazioni, occorre evitare i conflitti istituzionali e realizzarle quanto prima perché se si comincia con il gioco dei ricorsi il ponte di Genova non lo vedremo da qui a molti anni e gli operatori economici scapperanno da Genova". E questo, ha concluso "non penso che sia una soluzione né del governo nazionale né di quello regionale ed è una grande responsabilità delle istituzioni di questo paese".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata