Gasparri (Pdl): Se Berlusconi interdetto noi ci dimettiamo in blocco

Roma, 19 giu. (LaPresse) - "Se Berlusconi interdetto noi ci dimettiamo tutti in blocco". Così Maurizio Gasparri, vicepresidente Pdl del Senato, intervenuto ai microfoni di Radio Ies. La Consulta dovrebbe pronunciarsi oggi sulla questione del legittimo impedimento di Silvio Berlusconi. "Noi non possiamo dire cosa fare alla Corte Costituzionale o a Napolitano, ma noi parlamentari del Pdl dovremmo dimetterci dal Parlamento". Lo dice Maurizio Gasparri, vicepresidente del Senato, ai microfoni di Radio Ies riguardo il futuro giudiziario di Silvio Berlusconi, che in caso di condanna potrebbe essere interdetto dai pubblici uffici. "Io voglio essere ottimista, la mia proposta di dimissioni in blocco di 200 parlamentari Pdl ci sarà in caso di epilogo negativo - spiega Gasparri al programma di Mario Adinolfi - che per noi sarebbe inaccettabile perché avrebbe un valore politico". "Ma io voglio essere fiducioso, anche se si discute di eliminare Silvio Berlusconi dalla contesa politica", ha detto l'ex ministro delle comunicazioni. "Mi auguro che ci sia buon senso e che si prenda atto della verità - conclude Gasparri - il legittimo impedimento c'era".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata