Gasparri: Far sentire nostra voce in Europa che ha deluso

Roma, 1 gen. (LaPresse) - "Dal discorso di Napolitano vari spunti. Dobbiamo far sentire forte la voce italiana in una Europa che ha causato grande delusione, soprattutto a causa dei disastri provocati dalla miopia della Merkel. Dobbiamo ricordare ai cattivi maestri del consociativismo degli anni Ottanta i danni causati con la crescita del debito pubblico". Lo scrive in una nota il presidente dei senatori del Pdl Maurizio Gasparri.

"Napolitano - prosegue Gasparri - ha auspicato lotta all'evasione. Va ricordato che grazie a Berlusconi sono stati recuperati 11 miliardi nel 2011, fiducia nel futuro, nella comunità nazionale, nella famiglia, nonostante l'emergenza che viviamo. Queste indicazioni di Napolitano sono importanti come la fiducia nella politica, con i partiti che devono rigenerarsi ma rivendicare il proprio ruolo per riforme che garantiscano la democrazia dell'alternanza. Mi auguro che il governo attuale trovi la tensione ideale che Napolitano ha espresso e che a Palazzo Chigi oggi non abbonda".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata