Gaffe Di Maio: Prende vitalizio. Ma il parlamentare è morto
Preso di mira il radicale Boneschi, scomparso lo scorso ottobre

Non passa inosservata la nuova gaffe del vicepresidente della Camera Luigi di Maio, che elencando una serie di ex parlamentari che percepiscono vitalizio a suo dire con poco merito, inserisce il nome di Luca Boneschi: "Per un solo giorno in Parlamento prende ancora 3.108 euro al mese". Ma Boneschi, avvocato e a militante nel Partito Radicale, è morto a ottobre del 2016. Era stato eletto il 12 maggio 1982 per sostituire Marcello Crivellini, dimissionario, e aveva presentato le proprie dimissioni dall’incarico il giorno successivo.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata