Furlan: Tagli a enti locali non significhino tasse e meno servizi

Genova, 18 ott. (LaPresse) - "Anche durante la crisi la pressione fiscale dei Comuni e delle Regioni non è mai diminuita, anzi, al contrario è aumentata in molti casi fino al doppio. Noi vigileremo con grande costanza perché i tagli significhino tagli ai tanti sprechi che ci sono nelle Regioni e nei Comuni e non tagli ai servizi per i cittadini, né tantomeno ulteriori tasse". Lo ha detto la segretaria nazionale della Cisl, Anna Maria Furlan, a Genova a margine della manifestazione nazionale 'Job Day, cento piazze per il lavoro'. "E' il momento - ha aggiunto Furlan - di introdurre finalmente in Italia una grande lotta senza quartiere ai 150 miliardi di evasione fiscale, ai 70 miliardi di corruzione, ai 50 miliardi di evasione contributiva e dell'Iva".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata