Fuorionda D'Alema-Casini: Meglio le spie russe dei cronisti, sono più discrete

Lo scambio di battute tra il senatore centrista e l'ex segretario del Pds al Festival delle Città a Roma

(LaPresse) Chiacchierano il senatore Casini e l'ex Segretario del Pds e presidente del Consiglio Massimo D'Alema. "Spesso la mattina mi capita di pensare a voi con senso di solidarietà e insieme di sollievo per non essere più lì" dice D'Alema con tono scherzoso, parlando del Parlamento e delle vicissitudini della politica italiana, in un fuorionda al Festival delle Città a Roma. "Fai bene, devi sempre averla" risponde Casini che poi si tace sussurrando al collega di lungo corso come occhi indiscreti di cronisti seguano il loro conciliabolo: "Ci sono le spie", scherza D'Alema. "Spie russe", risponde Casini. "Magari - ribatte allora D'Alema - quelle sono meglio, di questi qui, sono più discrete".