Friuli Venezia Giulia, urne chiuse. Affluenza bassa: 49,65%
Alle politiche aveva superato il 75 alle regionali del 2013 votò il 50,48%. Lo spoglio comincia lunedì mattina alle 8

Urne chiuse in Friuli Venezia Giulia per l'elezione del nuovo presidente della Regione e del Consiglio regionale. Si è votato dalle ore 7 alle ore 23. Alle 23 i seggi sono stati chiusi e l'affluenza non arriva al 50%:  Nei 1.369 seggi hanno votato 549.806 elettori su un totale di 1.107.415, pari al 49,65%. Alle politiche del 4 marzo scorso andarono alle urne il 75 per cento degli aventi diritto. Alle regionali del 2013, però, l'affluenza non fu molto più alta: 50,48%.

Lo spoglio inizierà lunedì alle ore 8. Sarà eletto alla presidenza il candidato con il maggior numero di voti validi dei 1.107.425 aventi diritto. Il numero di seggi da assegnare, calcolati in base ai 1.219.191 abitanti residenti in Friuli Venezia Giulia secondo il censimento Istat al 31 dicembre 2016, sono 49 (uno ogni 25mila abitanti o frazione superiori a 10mila). I primi due seggi spettano al candidato vincitore alla presidenza e al secondo più votato, mentre gli altri 47 saranno ripartiti fra le cinque circoscrizioni del Friuli Venezia Giulia: Trieste, Udine, Gorizia, Pordenone e Tolmezzo. La ripartizione avviene, secondo le disposizioni della legge elettorale, in base alle percentuali di voti raccolti dalle liste e dal neoeletto presidente.

In lizza per succedere alla governatrice dem Debora Serracchiani, eletta il 25 aprile 2013, ci sono quattro candidati: il leghista Massimiliano Fedriga, sostenuto dal centrodestra; Sergio Bolzonello della coalizione di centrosinistra; Alessandro Fraleoni Morgera per il Movimento 5 Stelle; Sergio Cecotti di Patto per l'autonomia. Le liste in campo a sostegno dei candidati sono 11, così ripartire: il Movimento 5 Stelle presenta Alessandro Fraleoni Morgera; Partito democratico, Open Sinistra FVG, Cittadini per Bolzonello presidente e Slovenska Skupnost sostengono Segio Bolzonello; Massimiliano Fedriga è supportato da Lega Nord, Forza Italia, Fratelli d'Italia-Alleanza Nazionale, Autonomia Responsabile e Progetto Fvg; Sergio Cecotti si presenta con Patto per l'autonomia.

Ma non si vota soltanto per il rinnovo degli organi della Regione: in 19 Comuni del Friuli Venezia Giulia ci saranno le elezioni amministrative per l'elezione del sindaco e dei nuovi consigli comunali (per un totale di 336 consiglieri) e sono previsti anche due referendum consultivi in materia di circoscrizioni comunali. Due sono i Comuni la cui popolazione supera i 15mila abitanti e andranno quindi al ballottaggio se nessuno dei candidati raggiungerà la maggioranza assoluta dei voti validi: il capoluogo Udine, dove saranno eletti anche 40 consiglieri comunali, e Sacile, dove sono invece previsti 24 consiglieri comunali. Gli altri 17 Comuni, con popolazione inferiore ai 15mila abitanti, eleggeranno direttamente sindaco e consiglieri con il voto di domenica 29 aprile.
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata