Frattini: Berlusconi si candiderà se pensa sia un bene per italiani

Roma, 20 ago. (LaPresse) - "Non so se Berlusconi sta preparando un discorso per un rientro in campo ma so che si sta discutendo su grandi temi per il 2013 come l'abbattimento delle tasse e la serietà europea che dovrà restare anche dopo il governo Monti". Lo ha detto l'ex ministro degli Esteri Franco Frattini (Pdl) a margine del Meeting di Rimini. "Quanto alle primarie - ha continuato - l'impegno lo abbiamo preso, per tutte le cariche elettive. Molti ritengono che, se fosse Berlusconi a scendere in campo, sarebbe un po' ipocrita sottoporci alla ritualità delle primarie, in caso contrario, però, la regola assoluta e inviolabile resterebbe quella delle primarie".

"Berlusconi deciderà da solo - ha aggiunto - come ha già fatto in passato, non c'è da augurarsi che scenda o meno in campo, starà a lui decidere: scenderà in campo se penserà che ciò sia un bene per gli italiani. Per quanto riguarda me, ho sempre sostenuto Alfano, quindi continuerò a farlo, perché sono uno che mantiene gli impegni".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata