Fondi russi, Salvini: "Aspetto ancora che mi portino un rublo, poi ne riparliamo"

Sui presunti fondi russi alla Lega Matteo Salvini ribadisce: "Prendere le distanze da Savoini? Aspetto ancora che mi portino un rublo; un rublo, un dollaro, un dinaro, poi ne riparliamo. Sto ancora aspettando che mi dimostrino che qualcuno ha commesso un reato", dice il leader del Carroccio. Poi ironizza: "Nascondere 65 milioni? Cacchio, non è facile, siamo seri".