Fmi: L'Italia cresce troppo poco

New York (New York, Usa), 19 giu. (LaPresse) - "La convergenza dei Paesi del sud dell'Europa (Grecia, Italia, Spagna e Portogallo) rispetto ha quelli del nord è stata stagnante, anche rispetto a quelli dell'est Europa che hanno avuto una crescita relativamente veloce". E' uno dei passaggi del rapporto dell'Fmi pubblicato stanotte sulla situazione economica dell'Europa. In merito all'Italia si fa cenno alla riforma del mercato del lavoro grazie a cui è stato favorito il "decentramento della contrattazione dando alle imprese la possibilità di deviare dai contratti nazionali". Bene rispetto al 2010 anche le misure per liberalizzare alcune professioni, aumentare la concorrenza e semplificare la burocrazia.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata