Fisco, scontro M5S-Pd a Camera. Di Battista: Norma chiesta da Verdini

Roma, 5 gen. (LaPresse) - Scontro M5S-Pd nell'aula della Camera questa mattina sulla cosiddetta norma 'salva Berlusconi' contenuta nel provvedimento sul fisco approvato in via preliminare dal Governo lo scorso 24 dicembre. "Il Presidente Renzi si è trasformato da rottamatore a protettore, e sta proteggendo qualcuno - ha attaccato il deputato M5S Alessandro Di Battista intervenendo in un emiciclo praticamente deserto - Vi sono esponenti di Forza Italia e Nuovo Centrodestra che ci vengono a raccontare delle cose, anche perche' noi del MoVimento 5 Stelle possiamo denunciarle e loro non possono farlo; e chi sta proteggendo è Verdini. E' lui che ha fatto inserire la norma, Presidente. E' lui, Verdini, ha fatto inserire questa norma 'salva Berlusconi'".

"Ultimamente palazzo Chigi, sembra, ripeto, sembra - ha aggiunto il membro del direttorio grillino beccandosi il primo richiamo all'ordine del 2015 proprio dal suo collega, vicepresidente di turno, Luigi Di Maio - come uno di quei rioni in mano alla camorra, dove nessuno sa nulla all'inizio e poi alla fine qualcuno parla per proteggere qualcun altro". In difesa dell'operato del Governo è intervenuto poi il rappresentante dem Walter Verini. "Renzi - ha sottolineato - ha dato prova di responsabilità in un Paese in cui non siamo abituati a farlo, dicendo di fermarsi se qualcuno ha individuato ricadute negative in un decreto fatto certamente per combattere l'evasione e non per favorire qualcuno".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata