Fisco, Renzi: Verso cittadino c'è presunzione di colpevolezza

Roma, 27 nov. (LaPresse) - "Quando pensiamo al fisco, il cittadino si sente controllato perché c'è una presunzione di colpevolezza nell'approccio civile e culturale del nostro Paese, non nei controlli, anche perché diciamo la verità in molti casi c'è stato qualcuno che ha pensato di svicolare a questi controlli". Così il presidente del Consiglio, Matteo Renzi nel corso del suo intervento alla cerimonia di inaugurazione dell'anno di studi 2014/2015 della Scuola di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza a Ostia.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata