FI, Toti: Senza primarie mie dimissioni sul tavolo. Farsa è durata troppo

Roma, 31 lug. (LaPresse) - " Tra i tanti veleni c'è l'accusa di tradimento, di disimpegno. Invece ho accettato la nomina a coordinatore, ho fatto le mie proposte, ho chiesto a FI di superare se stessa. Ho chiesto che la classe dirigente che ha contribuito al declino fosse per lo meno congelata, e invece sono tutti al suo posto: 'Meno siamo, meglio stiamo'. Ho chiesto primarie aperte, ho chiesto cose banali, ma l'inizio di un percorso per costruire un partito aperto in cui nessuno si sente escluso. Però tutto questo è diventato qualcosa di eversivo, di primarie non se ne può parlare, di congresso solo a settembre. Io accettato la carica di coordinatore di questo partito solo per fare le primarie. Se questo non sarà non intende essere complice della disfatta di una storia gloriosa. Le mie dimissioni sono già sul tavolo". Lo ha detto il coordinatore di FI Giovanni Toti, nel corso di una diretta Facebook. "Io domani andrò al tavolo delle regole - ha aggiunto - e ripeterò le stesse cose. Se nulla cambierà io credo che questo coordinamento sia inutile, doveva durare solo pochi mesi. Questa farsa è durata anche troppo. Non vogliamo cambiare? Io non sarò complice".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata