FI, Brunetta: Resto al mio posto, correremo con nostro simbolo
Il capogruppo azzurro smentisce una sua sostituzione e invita all'unità per le Amministrative

Il centrodestra avrà da lavorare duramente "fin da subito", puntando su programmi "non avventuristici" e mostrando "unità non solo a parole ma nei fatti". Lo dice Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati, in un'intervista al 'Corriere della Sera'. Le voci su mio cambio? "Gossip ridicolo", aggiunge. Che il centrodestra dal palco di Bologna non abbia fatto passi avanti è un dato. "Non è così - risponde Brunetta -. Sulla legge di Stabilità abbiamo avuto un relatore unico di minoranza, ci sarà un unitario Comitato per il no alla riforma costituzionale, voteremo assieme la mozione di sfiducia al governo sulle banche". "C'è chi pensa sia più giusto aspettare che il Pd si scelga i suoi candidati per poi rispondere al meglio con i nostri migliori - prosegue a proposito delle Amministrative -. Chiaro, è indispensabile correre uniti ovunque", ma con il simbolo di Forza Italia, "non è mai esistita altra ipotesi". "La leadership la decidono gli elettori. E i voti ormai vanno contati come coalizione, perché con l'Italicum servirà una lista unica. Ebbene, il centrodestra è sul 30-32%, più o meno come il Pd e 4-5 punti in più rispetto a Grillo", sottolinea Brunetta a proposito del fatto che Fi sia data al 10% e senza una leadership.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata